Il controverso tredicesimo finale

ATTENZIONE: CONTIENE RIVELAZIONI SULLA TRAMA DEL GIOCO!
Grazie%20per%20giocare%20FFXIII.jpgMoltissimi giocatori, apassionati e non, sono rimasti fortemente delusi dal finale di questo tredicesimo capitolo di Final Fantasy, me compreso. Oltre ad essere una delle chiusure più brevi della saga su marchio SONY, ha diversi aspetti che non convincono e non quadrano, sopratutto ai fan più anziani che vedono svanire sempre più l’ombra della Squaresoft all’interno del gioco.
Le sequenze finali, in effetti sono un grande concentrato di colpi di scena e rivelazioni, ciononostante alcuni dei risvolti che accadono non trovano fondamento negli avvenimenti che hanno portato allo scontro finale e non vengono chiariti in seguito. Su forum e siti impazzano le domande degli utenti lasciate irrisolte così come molti passaggi della storia.
Perchè i protagonisti attaccano Orpahn pur sapendo che questo comporterà la distruzione di Cocoon? Il capitolo 12 ed il 13 del gioco sono una corsa per fermare la cavalleria che vuole distruggere Orphan, ed una volta che arriviamo dinnanzi a lui, lo attacchiamo?! L’attacco al Fal’Cie era esattamente il piano del priarca Dysley, che però i personaggi dicono di voler contrastare… Ed effettivamente dopo la sua disfatta, la distruzione ha inizio, innescata proprio da noi. Un nodo piuttosto distorto.
Per quale motivo Fang, improvvisamente si scaglia contro l’amica e cerca di colpirla durante l’ultima battaglia? L’attacco si potrebbe spiegare se pensiamo che insieme possono diventare Ragnarock, e quindi eliminando una delle 2, Cocoon sarebbe salva. Ma questo andrebbe contro la promessa che si sono fatte e ricordate proprio pochi minuti prima! Ci hanno risvegliato il dolce ricordo di quella promessa solo per farci vedere come viene infranta? In ogni caso Fang cambia opinione più volte e velocemente in pochi minuti!
Come sono arrivati tutti gli abitanti di Cocoon su Gran Pulse? Potrebbero essere stati evaquati subito dopo l’annuncio del comandante degli PSICOM con un metodo simile a quello usato per l’epurazione ad inizio storia, ma resta in ogni caso un evaquazione da guinnes dei primati! Oppure il periodo di cristallizazione dei protagonisti è durato molto tempo, ma in questo caso, i cittadini sarebbero rimasti chiusi nella sfera! Resta comunque la domanda più ovvia: Perchè L’intera Cocoon diventa di cristallo? Era un l’Cie anche lei? La sfera fluttuante ha compiuto la sua missione? O più semplicemente nel mondo di FFXIII si usa cristallizzare a destra e manca, cose e persone? Capisco che sia stato un modo per fermare la caduta, ma si sarebbe potuto trovare un escamotage diverso… In questo modo la trasformazione in cristallo all’interno del gioco viene davvero svalutata e si evidenzia ancor più chiaramente la volontà di inserire a forza l’elemento “cristallo” che è un tema tipico della serie Final Fantasy, anche laddove acquista una lettura completamente diversa ed estranea.
Rimane un altro grande mistero su quale fosse davvero la missione dei protagonisti in quanto l’Cie: cristallizzati dopo aver salvato il mondo ma inspiegabilmente tornati e per giunta senza stigma! Quì si potrebbe immaginare l’intervento di Ragnarock/Vanille-Fang che avendo un potere simile a quello dei Fal’Cie, sussurrando “svegliatevi” li ha riportati in vita. Cosa che è piuttosto banale per un finale: una forza buona che aggiusta tutto come per magia. Ed è anche l’unico modo per giustificare il ritorno di Serah e il figlio di Sahz. Oppure (come scritto nella guida strategica ufficiale) con la scomparsa dei Fal’Cie il loro controllo sugli umani viene spezzato, annullando gli stigmi e liberando dai cristalli! Anche se, teoricamente, i Fal’Cie di gran Pulse dovrebbero essere ancora lì, nessuno li ha uccisi e considerando che i nostri eroi sono stati marchiati da un Fal’Cie di Gran Pulse, la teoria sostenuta anche nella guida strategica ufficiale viene a cadere!
Ma tutte queste restano comunque solo supposizioni! Poco chiare e non verificabili. Questi ragionamenti non dovrebbero esistere in un finale decente! Possono restare dubbi e interpretazioni sul significato di alcuni nessaggi, sull’insegnamento che il finale vuole comunicare, quesllo sì, ma quì si parla di semplici mancanze nella spiegazione o banali contraddizioni!

Per non parlare poi dei più semplici interrogativi di cui sembra non importare nulla a nessuno e vengono lasciati irrisolti, esempio: Vivevano tutti su Cocoon, dove andranno adesso? Cosa faranno? Come rinascerà la civiltà ora che non esistono più i fal’Cie? Che fine ha fatto il padre di Hope? Quel povero ragazzino è rimasto senza famiglia o no? Dove sono i membri del NORA? Anche il nuovo capitano della cavalleria è diventato Cie’th? Anche chi era Cie’th è tornato umano come chi era cristallo? MISTERI!
Molto probabilmente la maggior parte delle scene nel combattimento finale sono state inserite solamente per creare degli effetti a “colpo di scena” ben lontane dal far luce sugli interrogativi veri della storia. Basti pensare alla trasformazione dei personaggi in mostri Cie’th: un passaggio senza senso, solo per creare 2 minuti di suspance!

Sono comunque sicuro che nel progetto degli sviluppatori la linea temporale e il finale hanno un loro senso ben preciso, ma la storia di base, pur avendo secondo me un ottimo potenziale, viene tessuta in maniera completamente sbagliata. Sembra che si voglia concentrare l’attenzione esclusivamente su alcuni singoli elementi, luoghi e personaggi, lasciando tutto il resto come un margine molto sbiadito. È sufficiente entrare nella lista dei personaggi del menù e si nota che non sono più di una ventina, e di questi almeno la metà li vediamo una sola volta nel gioco! Uno dei Final Fantasy con meno personaggi in assoluto, direi, ed infatti la storia è solo un continuo capovolgimento dei medesimi ruoli e il personaggio di Cid ne è l’esempio maestro! Come ho fatto notare, anche le domande che nel finale non vengono risolte sono molte, ed è un altro segno del fatto che si voglia “costringere” lo spettatore a focalizzare solo alcuni voluti aspetti della trama. Tutto questo porta ovviamente ad un senso di forzatura negli avenimenti e indubbiamente, anche una certa incompletezza oltre che sterilità. Questa pessima costruzione della storyline non può che portare ad un finale confuso che lascia l’amaro in bocca e chiude malamente la trama della tredicesima fantasia finale, che non ha mai convinto fino in fondo!
Forse saranno gli altri capitoli della “Fabula Nova Cristallis” a colmare la trascuratezza evidente del loro fratello, in un complicato sistema simile alla “Compliation of Final Fantasy VII”… Secondo voi?

Il controverso tredicesimo finaleultima modifica: 2011-01-07T06:02:00+00:00da highwindcid
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento