Intervista ad Alessandro Mantelli (FFVIII – KH)

Ho l’onore ed il privilegio di presentarvi un intervista sensazionale, rilasciata esclusivamente per il nostro Shin-Ra blog dal grandissimo Alessandro Mantelli; localizzatore italiano di Final Fantasy VIII e Kingdom Hearts!! Una persona molto simpatica e disponibilissima che si è prestato gentilmente a rispondere ad alcune domande che non mi sono trattenuto dal fargli. Ed ora: godetevi questa intervista in ESCLUSIVA ASSOLUTA!!


1 – Potrebbe parlare brevemente del lavoro di localizzatore: qual’è l’ iter fondamentale nella localizzazione di un videogioco?
1) Il lavoro di localizzazione di un videogioco consiste essenzialmente di 3 parti:
a) giocare al gioco da localizzare per giorni e giorni (a pagamento) in modo da capirne la storia, seguirne ogni capitolo ed essere in grado di finirlo.
b) La traduzione vera e propria. La ditta fornisce gli script del gioco su file di testo: il localizzatore crea una traduzione “appropriata” sperimentando quando e’ possibile la frase da tradurre sul gioco stesso, o altre volte ipotizzando senza giocare la situazione di gioco.
c) I “programmatori” implementano gli script nel gioco. Il localizzatore gioca con una beta del gioco da lui tradotto e verifica la validita’ della traduzione nel contesto del gioco.
Nel caso dei giochi square-enix che ho tradotto il testo originario era in giapponese e solo in un secondo momento veniva fornita un testo provvisorio in inglese come successiva base aggiuntiva per evitare discrepanze di interpretazione.

2 – Cosa l’ ha spinta a svolgere questo tipo di lavoro e come è entrato nel mondo dei traduttori di videogame?
2) Mi sono laureato in giapponese all’universita’ di ca’foscari venezia. Siccome amavo videogiochi, pc, anime e manga, ho provato a mettere qua’ e la’ su internet il mio curriculum e per “puro culo” sono stato contattato da una ditta di dublino che si occupava di cercare traduttori per un videogioco square (FF VIII). All’epoca era il primo gioco che square decideva di tradurre in lingue differenti dall’inglese. Chiaramente quando fui contattato fui molto contento ed eccitato anche se un po’ timoroso. Ero laurato in giapponese e avevo in passato vinto una borsa di studio del governo giapponese che mi permise di studiare un anno in una universita’ di tokyo, ma era la prima volta che mi veniva chiesto di tradurre un gioco. Il lavoro’ duro’ 6 mesi: un paio di mesi a dublino, uno in california e 3 mesi a tokyo (mi par di ricordare).

3 – Lei ha preso parte alla lavorazione sia di Final Fantasy VIII (1999 Squaresoft) sia di Kingdom Hearts (2002 Squaresoft). Ha incontrato differenze nel lavorare ai due titoli, tenendo anche conto degli anni che li separano?
3) Nel primo caso ff8 ero affiancato da francesca di marco inoltre la stessa square era ancora un po impreparata a gestire un lavoro di multitraduzione di questo tipo. Quindi ricordo che si sono state alcune incomprensioni e anche qualche dubbio nel corretto percorso da seguire. Nel 2002 ormai square aveva piena esperienza dell’argomento e io ero sicuramente piu’ skillato. E’ stato sicuramente un lavoro di traduzione piu’ sicuro e meno problematico. Inoltre nel 2000 mi ero trasferito a tokyo e la mia esperienza linguistica era migliorata.

4 – Durante l’ adattamento di un gioco, le è concessa piena libertà decisionale oppure segue delle “linee generali” suggeritele dallo staff giapponese? Se così fosse, le sarebbe possibile fare un esempio di queste “linee”?
4) Come detto prima all’inizio le linee decisionali non erano chiarissime. In seguito comunque ci furono indicazioni ben precise. Ricordo che per Kingdoms Hearts venne invitato a non cambiare eccessivamente il nome di mostri armi e nemici almeno che non fosse strettamente necessario. Inoltre verso la fine della fase b veniva fornita anche una prima beta della traduzione inglese come referenza generale.

5 – I titoli Square-Enix vengono localizzati in molte lingue; nelle sue esperienze, le è mai capitato di confrontarsi con traduttori di altri paesi per concordare gli adattamenti dalla lingua originale?
5) C’erano spesso scambi di mail tra i vari localizzatori nonche’ meeting in cui si discuteva anche cn una certa forza. Qualche traduttore tendeva a spingere per le proprie idee particolari di traduzione cercando di trascinare gli altri. Ma in quasi tutti i casi erano sempre confronti che portavano frutti. Nei casi piu’ importanti comunque c’erano delle linee fornite a cui qualcuno si ribellava ogni tanto (vedi punto 4)

6 – Ci racconti, se possibile, un aneddoto della sua esperienza di localizzatore che ricorda particolarmente.
6) Ricordo che il traduttore spagnolo di ff8 premeva per voler tradurre qualsiasi nome di arma personaggi mostri tecniche nella sua linguam intendo dire anche i cosiddetti inglesismi. E’ vero che ci sono lingue piu’ o meno avvezze a questo tipo di scelte, ma in ogni caso fu un po’ un problema comunicare con lui all’inizio

7 – Infine, c’è qualcosa che vorrebbe dire o aggiungere?
7) Dopo Kingdom Hearts, per un periodo non ero piu’ stato convocato da square. all’epoca mancava un nuovo titolo grosso da realizzare subito in altre lingue. Decisi di rimettermi a fare il sistemista, lavoro che avevo fatto in precedenza e iniziai a lavorare per una ditta che si occupava di informatica e di localizzazioni di titoli per pc minori. Dopo una settimana che avevo iniziato a lavorare per questa ditta, ricevetti una telefonata da un responsabile square che mi chiedeva di realizzare ff10. Purtropo dovetti rifiutare perche’ ero stato appena assunto. Rimpiango molto di non aver continuato a tempo pieno il lavoro di localizzazione. Era estremamente interessante e divertente. Devo d’altra parte ringraziare di aver scelto di lavorare con l’informatica perche’ quando nel 2006 decisi con mia moglie (giapponese) di tornare a vivere a venezia, fui in grado di trovare quasi subito lavoro. Adesso vivo con mia moglie e i miei due figli a venezia. Spesso torno in giappone per vacanza e talvolta sono tentato di ritornarci a vivere.

La ringrazio per il tempo che mi ha dedicato!

 

P.S. La ringrazio anche a nome di tutti i Fan di Final Fantasy e di Kingdom Hearts!!!

Intervista ad Alessandro Mantelli (FFVIII – KH)ultima modifica: 2009-07-18T16:34:00+00:00da highwindcid
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Intervista ad Alessandro Mantelli (FFVIII – KH)

Lascia un commento